Vino
Vini della terra Serra de Tramuntana-Costa Nord

 

L’area di produzione dell’uva e di elaborazione del “vino de la tierra Serra de Tramuntana – Costa Nord” è composta da 18 zone comunali situate a nordovest dell’isola di Maiorca, fra il Cabo de Formentor e la costa sudest di Andratx.

 

L’attività vitivinicola della comarca (suddivisione territoriale) “Serra de Tramuntana – Costa Nord” probabilmente fu iniziata ai tempi dell’insediamento dei romani nell’isola di Maiorca. Bisogna ricordare comunque l’attività vitivinicola della città romana di Pollentia, in cui i romani portarono avanti importanti piantagioni viticole. Ancora oggi, si trovano scavi presso i terreni di “mares”, realizzati dai romani, nei quali dopo averli riempiti di terra rossa vi piantavano i ceppi. Il fatto che nel XIVº secolo il Re Martí I esentasse dal pagamento dell’imposta relativa al vino il comune di Alcúdia, è di notevole importanza poiché determina che la vigna era diventata la monocoltura di tutto il territorio comunale e ci indica altresì che il vino non veniva commercializzato soltanto nell’isola, ma che era un genere d’importanza nel commercio marittimo della zona. Il vino di Malvasia ha una particolare tradizione.

 

I primi ceppi di questo vitigno arrivarono probabilmente nella zona verso il XVº o il XVIº secolo, sicuramente provenienti dall’Italia. Si hanno già riferimenti alla coltura di Malvasia negli scritti dell’Arciduca Ludovico Salvatore d’Asburgo, il quale valutava il vino prodotto da questo vitigno in modo particolare, era presente nelle tavole reali ed episcopali, senza dimenticare che era molto apprezzato nelle tavole dei maiorchini benestanti dei secoli addietro. Si tratta di un vino elogiato da scrittori e poeti, come per esempio, da María Antónia Salvà. Nel XIXº secolo si ebbe un grande splendore nella coltivazione della vigna e nella produzione di vino in questa comarca (suddivisione territoriale). Si sa di quest’epoca che esistevano ben 400 ettari coltivati a vigneto soltanto nel territorio di Pollença.

 

Nel 1862 in Francia, terra di gran produzione e consumo di vino, apparse la piaga della filossera. Per questo motivo, la Francia dovette importare grosse quantità di vino. Tale fatto, oltre al buon prezzo ed alla facilità di vendita verso il mercato francese determinarono un’importante estensione delle vigne. Di quest’epoca spiccano le notevoli esportazioni di vino della zona, dai porti di Alcúdia e di Palma verso la Francia. Nel 1891 apparse la filossera in questa zona rurale, che devastò la totalità delle vigne. Tale fatto e gli incentivi apportati attraverso le sovvenzioni comunitarie, per la ripresa di molti vigneti, resero alquanto difficile il recupero dell’attività vitivinicola.

 

Negli anni novanta, comunque, alcuni viticoltori e vinificatori della zona riattivarono il settore. Lo sforzo di questa gente e le condizioni geoclimatiche della zona consentirono di ottenere dei vini dalle caratteristiche speciali, rinomati e molto apprezzati dagli esperti. Nel 2002, mediante l’Orden del Consejero de Agricultura y Pesca (Ordine del Consigliere per l’Agricoltura e la Pesca), dell’11 febbraio, viene regolato l’utilizzo della menzione “Vino de la tierra Serra de Tramuntana – Costa Nord”. L’Ordine del consigliere per l’Agricoltura e la Pesca del 29 novembre 2005, in deroga al precedente introduce una nuova varietà di uva bianca (Sauvignon blanc), oltre ad una serie di novità nel regolamento.

 

Quadro geoclimatico

 

La “Serra de Tramuntana” è una catena montuosa formata da tre pieghe Vini della terra Serra de Tramuntana-Costa Nord - Isole Baleari - Prodotti agroalimentari, denominazione d'origine e gastronomia delle Isole Baleari superposte, costituite da calcarei del Giurassico, marne del Triassico, e calcari e marne del Miocene. I terreni sono di tipo bruno o bruno-calcareo. La “Serra de Tramuntana” e la “Costa Nord” segnano l’orografia della zona, e a sua volta danno nome alla comarca (suddivisione territoriale) vitivinicola. Entrambe le zone sono caratterizzate dal contrasto fra le montagne, di oltre m. 1.000 di altezza e le valli localizzate fra le montagne. Tale orografia consente la produzione di uva in un microclima differenziato, caratterizzato da piogge concentrate in autunno, nonché da inverni ed estati dalle temperature moderate.

 

Condizioni per la produzione

 

I vini designati con la menzione “vino de la tierra Serra de Tramuntana-Costa Nord” devono essere prodotti esclusivamente da uve delle seguenti varietà:

 

Uve nere:Cabernet sauvignon, Merlot, Syrah, Monastrell, Tempranillo, Callet, Manto Negro

 

Uve bianche:  Malvasia, Moscatel de Alejandria, Moscatel de grano menudo, Moll, Parellada, Macabeo, Chardonnay, Sauvignon bianco.

 

Le attività agricole per la coltivazione sono quelle tradizionali che utilizzano soltanto uve della miglior qualità, anche perché la densità di piantagione adottata non deve superare i 5.500 ceppi per ettaro. Il numero massimo di gemme per ettaro è di 33.000 e la produzione massima per ettaro sarà limitata a Kg. 9.000. La vendemmia è realizzata con la massima cura, e per l’elaborazione dei vini protetti viene usata soltanto l’uva sana e avente il grado di maturazione necessario, nonché una gradazione alcolica volumetrica naturale minima dell’12% del volume per le varietà di uve bianche e del 12,5% del volume per le varietà di uve nere.

 

Caratteristiche del vino

 

Spiccano i vini bianchi monovarietali di malvasia e quelli di chardonnay. I vini di malvasia sono caratterizzati da una gran vigoria aromatica, predominano i frutti con reminiscenze di pera e melone, sono vini secchi, freschi, consistenti, complessi e ben strutturati. I vini di chardonnay sono aromatici, con sentori di frutti tropicali, in bocca sono molto gradevoli ed equilibrati, con un finale lungo e persistente. Per quanto riguarda i vini rossi, bisogna ricordare che i vinificatori della zona per tradizione si sono inclinati verso l'elaborazione di vini monovarietali, provenienti da ceppi nobili come il cabernet sauvignon e il merlot. Sono vini dal colore intenso e ricchi di tannini e adatti all’invecchiamento. Presentano aromi profumati che ricordano la prugna e la ciliegia matura, con sentori di fico ed uva passa.

 

Gradazione alcolica minima

 

Vino Bianco 12,0º Vino Rosato 12,5º Vino Rosso 12,5º

 

L’acidità totale minima deve essere di g. 4,5 per litro di acido tartarico, e l’acidità volatile non può essere superiore a g. 0,8 per litro, espressa in acido acetico.

 

Sistema di controllo

 

Tutte le bottiglie ad indicazione geografica “Vino de la tierra Serra de Tramuntana – Costa Nord” vengono commercializzate con un numero di controllo ufficiale assegnato dalla Direzione Generale di aree rurali e marine incaricata del controllo e della certificazione del “Vino de la tierra Serra de Tramuntana – Costa Nord”.

Vini della terra Serra de Tramuntana-Costa Nord - Isole Baleari - Prodotti agroalimentari, denominazione d'origine e gastronomia delle Isole Baleari
Logo Govern